WhatsApp, raggiunto e superato il miliardo di utenti al giorno

 Attualità  Commenti disabilitati su WhatsApp, raggiunto e superato il miliardo di utenti al giorno
Set 272017
 

Numeri stratosferici per WhatsApp, la chat più famosa e più utilizzata nel mondo. Il sistema di messaggistica di Mark Zuckerberg, infatti, ha superato la soglia di un miliardo di utenti al giorno. E ora punta ancora più in grande.

Il messaggio di Marck Zuckerberg

“Congratulazioni al team che lavora a Whatsapp che connette un miliardo di persone ogni giorno nel mondo” ha comunicato lo stesso Zuckerberg attraverso un post e un messaggio sul blog di WhatsApp. “Solo un anno fa abbiamo annunciato che un miliardo di persone nel mondo usano Whatsapp ogni mese. Oggi siamo entusiasti e fieri nel dire che un miliardo di persone ogni giorno usano Whatsapp per rimanere in contatto con la loro famiglia e i loro amici”. “Che si tratti di condividere foto e video personalizzati, di fare una videochiamata, o di aggiornare gli amici nell’arco della giornata pubblicando uno stato, comunicare su WhatsApp non è mai stato così semplice e personale. Siamo onorati del fatto che così tante persone utilizzino queste nuove funzionalità per comunicare tra di loro nel modo che preferiscono” appare ancora nel blog.

Tutti i numeri del colosso delle chat

La chat acquistata da Facebook nel 2014 ha annunciato anche tutte le sue performance: un miliardo di utenti attivi ogni giorno; ,3 miliardi di utenti attivi ogni mese; 55 miliardi di messaggi spediti ogni singolo giorno. E ancora: le foto condivise quotidianamente sono 4,5 miliardi, mentre i video raggiungono quota 1 miliardo. Gli Status, la funzione che permette di condividere foto e video per 24 ore prima dell’auto cancellazione, viene utilizzata da 250 milioni di persone ogni giorno. Il tutto scritto e trasmesso in 60 lingue diverse e supportate.

Arriva la versione Business?

Forte di questi successi, WhatsApp ha attivato i primi test per WhatsApp Business, uno strumento pensato appositamente per le aziende che vogliono garantire assistenza e servizi ai propri clienti in chat. Le imprese presenti su WhatsApp Business, stando ai primi rumors, avranno un profilo verificato e soprattutto un’icona specifica che garantirà affidabilità agli utenti. Gli utenti, tranquillizzano da WhatsApp, non sanno però tempestati da spam e messaggi indesiderati: saranno invece loro a dover dare l’approvazione alle aziende per contattarli. Tra le prime realtà a collaudare le nuove funzioni di WhatsApp c’è la compagnia aerea Klm: il gruppo olandese offrirà ai propri passeggeri la conferma della prenotazione, la notifica del check-in, la carta d’imbarco e le informazioni relative al volo via chat.

Pensioni, quanto prendono davvero gli italiani?

 Attualità  Commenti disabilitati su Pensioni, quanto prendono davvero gli italiani?
Lug 202017
 

E’ la domanda delle domande, che si fanno i nostri connazionali di ogni età: quando prendono di pensione gli italiani? Quanto è l’ammontare medio? La risposta è: 1.486,23 euro al mese, lordi. Lo riporta l’ultimo rapporto annuale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, che ha diffuso i dati sulle pensioni erogate e anche su altre tipologie di servizi per i cittadini del Belpaese. Nell’analisi, a dire la verità, non mancano anche alcune sorprese e diverse conferme, come il fatto che le donne abbiano un trattamento peggiore rispetto agli uomini.

Quante sono le prestazioni erogate?

A oggi le prestazioni erogate dall’Istituto sono circa 440, delle quali solo 150 esclusivamente previdenziali. Nel corso degli ultimi mesi, infatti, hanno fatto il loro debutto nuovi servizi come il bonus mamma domani, le pensioni per i lavoratori precoci, il reddito di inclusione e l’Ape sociale, solo per citarne alcune. E altre forme di previdenza potrebbero arrivare nel prossimo futuro. Ma l’aspetto che più interessa è e resta quello dell’ammontare delle pensioni, che riguarda il presente e il futuro (si spera) della maggior parte degli italiani.

Pensioni più ricche nel Centro Italia

A livello di pensioni, qual è l’area geografica italiana in cui si sta meglio? In base ai dati del 2016, l’importo medio delle pensioni è maggiore al Centro che al Nord: 1.614 euro rispetto a 1.596 euro.

Decisamente staccato il Sud, che invece vede una pensione media ferma a 1.332 euro al mese. Completamente diversa è però la distribuzione degli assegni di pensione: il 47,1% di questi è destinato al Nord, il 30,7% al Sud e solo il 19,5% al Centro. Di questi, un 2,6% va all’estero.

Differenze di genere: pensioni più magre per le donne

Secondo i calcoli dell’Istituto di previdenza, la pensione media degli uomini ammonta a 1.761 euro lordi al mese, quasi un terzo in più rispetto ai 1.245 euro delle donne. Ancora più significativi i risultati frutto dell’incrocio tra i dati sulle aree geografiche con quelli relativi all’appartenenza di genere: salta subito all’occhio che nel Sud Italia la differenza fra pensioni di uomini e donne è meno marcata rispetto a quella evidenziata nel resto del Paese. I numeri pubblicati nel rapporto parlano, per il Nord, di pensioni per gli uomini di 1.924 euro, contro i 1.316 euro delle donne.Al Centro, invece,  gli uomini incassano in media una pensione di 1.933 euro a fronte dei 1.337 euro delle donne. Al Sud si parla di 1.532 euro lordi per i signori e di 1.151 per le signore.